Istituto

La Soprintendenza archivistica della Sicilia – Archivio di Stato di Palermo (SAAS-SIPA) è un organo periferico del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo dipendente dalla Direzione Generale degli Archivi, risultante dall’aggregazione di due diversi Istituti operanti nella Regione Sicilia (D.P.C.M. 29 agosto 2014, n. 171 – Regolamento di organizzazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e D.M. 27 novembre 2014, art. 3, per cui in Sicilia «il Soprintendente archivistico svolge altresì le funzioni di direttore dell’Archivio di Stato del Comune capoluogo»).

La Soprintendenza Archivistica  opera su tutto il territorio della regione con il compito di vigilare sul patrimonio archivistico non statale, ovvero sugli archivi e sui singoli documenti di tutti gli enti pubblici e sugli archivi e sui singoli documenti dei privati che siano stati riconosciuti di particolare interesse storico.

Tra i compiti esercitati dalla Soprintendenza vi sono anche la vigilanza sul commercio dei documenti, la tutela degli atti dello Stato e dei documenti di enti pubblici che si trovino fuori dai rispettivi archivi, le attività di promozione e valorizzazione del patrimonio archivistico presente sul territorio, in collaborazione con la Regione, con gli altri enti territoriali e con tutti i soggetti, pubblici e privati a ciò interessati.

L’Archivio di Stato di Palermo conserva gli archivi prodotti dagli organi e dalle magistrature preunitarie del Regno di Sicilia di cui Palermo fu capitale e gli archivi degli uffici statali e degli enti pubblici estinti; gli archivi degli enti ecclesiastici e delle corporazioni religiose soppresse, i cui beni vennero confiscati dallo Stato; gli archivi privati di famiglie, di persona, di impresa, di istituzioni, che ha acquisito a vario titolo nel corso degli anni. In Archivio vengono inoltre versati i documenti relativi agli affari esauriti da oltre trent’anni prodotti dagli uffici statali nell’ambito del territorio provinciale e gli archivi notarili dei notai che cessarono l’esercizio professionale anteriormente all’ultimo centennio.

Alla funzione della conservazione si collegano vari compiti specifici proprii degli Archivi di Stato, come l’ordinamento degli archivi e la compilazione dei relativi inventari, indici, elenchi di consistenza, guide particolari e tematiche, cioè tutti i vari tipi di strumenti di ricerca che rendono possibile la consultazione dei documenti; l’assistenza ai ricercatori in sala di studio e le ricerche per corrispondenza; l’attività promozionale e didattica; tutte le iniziative di valorizzazione dei documenti, nonché la formazione professionale attraverso la Scuola di Archivistica Paleografia e Diplomatica.

Le Sedi

Attualmente l’istituto si articola in due sedi diverse dislocate nel centro storico della città oltre alla sezione di Termini Imerese.

La sede Catena
La sede Gancia
La Sezione di Termini Imerese

Gli Orari di Apertura

Orario di lavoro:

Lun.-Merc.-Ven.-Sab.: ore 07,30-15,30

Mart. e Gio.: ore 07,30-17,00

Orario di apertura al pubblico:

lunedì-mercoledì-venerdì-sabato: ore 8,00 – 14,30
martedì-giovedì: ore 08,00 – 16,00

Ultima modifica: 09 Settembre 2020